Ricordando i nostri defunti …

 

Cercate il senso, andate a vedere

cosa significhi il Dio dei vivi

e non dei morti: un Dio che vuole

misericordia invece che vittime:

 

l’Iddio di Abramo, Isacco e Giacobbe,

il Dio dei padri che vive nel sangue

di figlio in figlio, l’Iddio che libera:

“Risurrezione” è il più caro suo nome!

 

Andiamo verso il sole e la pace,

andiamo incontro ai fratelli in attesa,

ai familiari, ai santi, alla Madre,

cantando come al ritorno degli esuli.

 

E tergerà dagli occhi ogni lacrima:

non ci sarà più lamento né affanno,

e pur nel pianto saremo beati,

perché la morte non fa più paura.

 

Or ci divide la pena di esistere,

tempo e dolore, un attimo appena:

è l’ importanza di rompere il velo

che ci fa piangere e insieme sperare.

 

(David Maria Turoldo)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.