TITUS BRADSMA, a Dachau 26 Luglio 1942

26 Luglio 1942 a Dachau,

nel tristemente noto campo di concentramento, una giovane infermiera si avvicina al sacerdote Titus Brandsma per ucciderlo con una iniezione  di veleno: così era stato ordinato dalle autorità del campo.

“ Il sacerdote – ha poi raccontato la giovane pentita – non mostrò il minimo odio nei miei confronti. Disse   

con disarmante mitezza: “Povera ragazza io pregherò per te”. E mi diede la sua corona del rosario. Io risposi che non ero capace di pregare e quindi non mi serviva.
Egli mi disse: “ Anche se non sai pregare. Dì almeno la seconda parte dell’ Ave Maria. Ripeti spesso: “ Prega per noi peccatori! Se preghi ti salverai”.

Allora io risi: oggi invece piango e trovo fiducia solo pensando al perdono di quel condannato”.                      ( A. Comastri in : Una buona notizia per te)

Dal Vangelo secondo Luca

… Quando giunsero sul luogo chiamato cranio, vi crocifissero lui e i malfattori, uno a destra e l’ altro a sinistra. Gesù diceva: “ Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno”. Poi dividendo le sue vesti le tirarono a sorte…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.