Svegliarsi e ripartire

 

O Signore,
che continuamente ci incitasti
a star svegli
a scrutare l’aurora
a tenere i piedi nei calzari
e non nelle pantofole,
fa’ che non ci appisoliamo
sulle nostre poltrone
nei nostri anfratti
nelle culle in cui ci dondola
questo mondo di pezza,
ma siamo sempre attenti a percepire
il mormorio della tua voce
che continuamente passa
tra le fronde della vita
a portare frescura e novità.
Fa’ che la nostra sonnolenza
non ci divenga giaciglio di morte
e – caso mai – dacci tu un calcio
per star desti
e ripartire
sempre.

Madeleine Debrel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.