Natale: Il 25 Dicembre è una data inventata?

Si dice che per il Natale cristiano fu scelta la data del 25 Dicembre solo per sostituire la festa pagana del Sole invitto. Di per sé, anche se questo fosse vero, non sarebbe un motivo per screditare il cristianesimo, che ha talvolta voluto innestarsi su pratiche, feste e costumi sociali già esistenti, a volte ri-proponendoli
(perché tutto ciò che è umanamente buono e vero il cristianesimo non lo rigetta e lo recepisce: S. Tommaso dice che tutto ciò che è vero viene in ultima analisi da Dio), a volte riformandoli e trasfigurandoli.
Ma, detto questo, oggi numerosi studiosi ritengono che la data del 25 Dicembre sia più che fondata. Infatti basandosi sul calendario solare biblico ritrovato a Qumran, ( sulle rive del Mar Morto) e ricostruendo i turni di servizio dei sacerdoti ebrei, si è scoperto che Zaccaria, quando riceve l’ annuncio della nascita del figlio Giovanni era in servizio al Tempio di Gerusalemme, (cfr. Luca 1,5 ss), esercitava tra il 24v e il 30 dell’ ottavo mese, (ultima decade del nostro settembre).
La nascita del Battista avvenne dunque nove mesi più tardi, cioè proprio in prossimità del 24 Giugno, giorno della festa liturgica di S. Giovanni. Non solo: giacché luca 1,26, colloca l’annunciazione a Maria nel sesto mese di gravidanza della cugina Elisabetta, la data del concepimento di cristo andrebbe collocata verso fine marzo. Quindi la data del 25 Dicembre, (9 mesi dopo il concepimento, avvenuto a fine marzo). Inoltre che la nascita di Cristo sia avvenuta in inverno è confermato dal fatto che i censimenti, il vangelo di Luca accenna a quello eseguito da Quirino), si svolgevano in tale stagione. Non fa difficoltà neanche la presenza dei pastori in quella stagione, perché gli inverni palestinesi erano molto miti e ciò rendeva praticabile la pastorizia. Inoltre, la fonte cristiana più antica che parla del 25 Dicembre è Ippolito Romano nel 204; a Roma, invece, il culto del Dio sole fu introdotto dall’ imperatore Eliogabo fra il 218 e 222, lasciando oscillare la data della festa, poi fissata da Aureliano solo nel 274.

Fonte: Il Timone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.