La preghiera dell’asinello del presepe*

Anche gli animali, oltre all’ istinto, hanno una loro sensibilità, vivono le paure e gioiscono. Allora cantiamo la vita con loro! Grazie o Signore, che nella tua onniscienza hai pensato a loro e a noi. Grazie per questo mondo meraviglioso, per tutti gli animali che vivono nell’ aria, sulla terra e nel mare. Fa’ che diventiamo fautori di armonia anche con la loro vita.

Fratel Francesco

Caro Signore,

noi asinelli portiamo il peso

di una grossa bugia

impostaci ingiustamente dagli uomini

per via delle orecchie

che sono una grossa difesa per noi,

un vero e proprio radar.

Noi invece ti ringraziamo

Per l’ intelligenza, la pazienza, lo spirito di sacrificio,

la duttilità, la semplicità

di cui ci hai fatto dono.

Bellissimo!

Quale animale ha trovato tanto spazio nella tua vita.

Noi siamo fieri di avere assistito alla tua nascita,

ti abbiamo portato in salvo in Egitto,

trionfante in Gerusalemme

e soccorso il malcapitato sulla strada di Gerico.

Che bello il volontariato, o Signore,

fare le cose per amore e con amore,

in umiltà, con l’ intelligenza

che fa realizzare la solidarietà

e seminare la speranza.

Fa’, o Signore, che l’ uomo

Comprenda il messaggio che noi portiamo nell’ universo.

 

*Dal calendario della: Tenda di Cristo 1999

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.