A Cana di Galilea …*

C’è un banchetto che attende tutti gli uomini e tutte le donne di ogni tempo e di ogni luogo, una pienezza di vita e di gioia che farà dimenticare loro ogni penuria ed ogni sofferenza. Tu sei venuto ad annunciare questo giorno di grazia, Gesù, e il miracolo di Cana è il segno che offri a quanti aspettano la realizzazione del disegno di Dio.    

C’è un banchetto che nessuno può assicurarsi con le sue forze perché, prima o poi, quello che si è procurato con la sua fatica, con il suo lavoro, viene meno e si ritrova affamato e assetato, senza pane e senza vino. Tu sei venuto a portarci non un vino qualsiasi, non un pane che copre la fame di un giorno, ma il vino migliore, il più gustoso e il pane che dona la vita eterna.

A questo banchetto siamo tutti poveri perché tutti riceviamo gioia e pace, consolazione e misericordia da Colui che vuole sopra ogni cosa la felicità dei suoi figli. A questo banchetto appare agli occhi di tutti che valeva la pena fidarsi di Te, della tua parola.

Roberto Laurita in Servizio della Parola, ( *titolo di fantasia)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.