Viviamo ai margini dell’ eternità …

“Futuro, (dunque), non si oppone tanto a “esistente adesso “quanto a presente visibilmente”. La Chiesa ha una sua fecondità, ed è una fecondità reale e presente, ma si riferisce al mondo che è, per ora, nascosto.
Futuri e invisibili: proprio il genere di argomenti che sembra non interessino più. Se anche ciò che è dell’altro ieri e di dopodomani ci sembra così sfocato e insignificante, figurarsi come non ci tocca ciò che è così remoto da noi da potersi dire eterno. Ma questo è un tragico errore di prospettiva: ciò che è eterno è vicinissimo, tanto da compenetrarsi con l’ istante presente. Viviamo ai margini dell’eternità, anzi per qualche aspetto vi siamo già immersi.” 

Cardinal Giacono Biffi 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.