Vi lascio la pace, vi do la mia pace …

“  La famiglia Mauri, di Como, muore a Bologna nell’ attentato del 1980 alla stazione: muoiono padre, madre e bambino. Sei mesi dopo muore il padre del giovane sposo resta solo la signora Giuseppina Mauri di anni 60. ( Noi avremmo subito detto o pensato, ma cosa sta facendo Dio, oppure, ma cosa ha fatto di male quella famiglia lì, la nostra fede avrebbe un po’ vacillato). Entra nella clausura della Visitazione a Como. Intervistata da un giornalista risponde: “ scriva solo che sono serena”. Perché nella luce di Cristo aveva trovato la pace e la liberazione da ogni paura: anche la liberazione della paura della morte” ( Testimonianza riportata dal card. A. Comastri in: Una buona notizia per te ciclo C)

” Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi” ( Gv 14, 27a)

Ma che pace è questa?

È quella pace che nasce dalla certezza che Gesù ci ama e non ci abbandona, quella pace che ci permette di essere sereni anche nei momenti brutti della nostra vita, che ci permette di essere dei veri operatori di pace. È la pace che nasce dalla fede e dall’ abbandono al Signore certi che egli conduce la nostra vita, la nostra storia e quella del mondo. Una pace che il mondo non può dare e fatica a comprendere.
È la pace di un cuore sicuro di essere amato da Dio che vince anche il timore della morte. ( dqy)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.