Tutti possono rendere felici gli altri … testimonianza di un bambino cieco

Qui all’ istituto sono molto buoni i miei amici e mi raccontano sempre tutto quello che mi accade intorno, ma io so che a volte non è vero e che lo fanno per farmi sentire allegro. C’è un bambino che mi racconta sempre tante cose, descrivendomi il colore dei fiori del giardino, il colore dei muri delle case e mi dice com’è la gente che passa nella strada. Ora il mio mondo è così come lui me lo ha descritto. Ma ora quel bambino non c’è più perché è andato

in un altro ospedale lontano dalla città. Prima che partisse mi fece stringere nella mia mano il filo di un aquilone e mi raccontò che l’ aquilone era rosso e giallo e che era salito tanto in alto che quasi non si vedeva più.

Oggi mia madre mi ha detto che quel bambino era cieco come me e allora ho pianto.

 ______________________________________

Da:  Ragazzi in preghiera – LDC

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.