Prendere la Croce e seguire Gesù

Mt 16,24-25
Allora Gesù disse ai suoi discepoli: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà.

____________________________

Ho paura della sofferenza, Signore, di qualsiasi sofferenza. Di quella che colpisce il corpo e lo riduce a una massa dolorante, ma anche di quella che genera tristezza ed amarezza fin nel profondo dell’anima.
Ho paura della malattia, di qualsiasi malattia, e per questo prendo ogni precauzione per difendere la mia salute. Mi ausculto continuamente
Per cogliere il più piccolo sintomo, leggo avidamente gli articoli a carattere medico-scientifico, corro dal dottore al primo guaio. Ho paura dei sacrifici, anche dei più piccoli, e perdo la calma quando mi imbatto in un sopruso, in un rifiuto, in un insulto o in una reazione beffarda.

Ho paura di tutto questo, Signore, e tu cosa mi chiedi? Mi dici di prendere la mia croce se voglio veramente seguirti. Mi chiedi di non indietreggiare davanti ai pericoli, anzi di metterli in conto perché questa è la vita del discepolo.

E io che credevo di mettermi al riparo da ogni avversità e da ogni contrasto, io che mi illudevo di essere salvo da ogni malattia e sofferenza …

Signore, è duro accettare di perdersi per salvare la propria vita, ma se lo dici tu che sei andato fino in fondo, fino a dare la tua vita sulla croce…

Roberto Laurita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.