Il mantello lacerato. (Piccolo racconto sulla confessione)

Dagli Apoftegmi dei Padri del deserto

Un guerriero dal passato piuttosto torbido chiese ad un anacoreta se pensava che Dio avrebbe mai potuto accogliere il suo pentimento.
E l’eremita, esortato che l’ebbe con molti discorsi, gli domandò: «Dimmi, ti prego, se la tua camicia è lacerata, la butti via?…»
«No», rispose l’altro: «la ricucio e torno ad indossarla.»
«Dunque», soggiunge il monaco, «se tu hai riguardo al tuo vestito di panno, vuoi che Dio non abbia misericordia per la sua immagine?»

Nella confessione il Signore ripara tutte le lacerazioni che noi facciamo con il nostro peccato a quell’ immagine di Dio che è in ciascuno di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.