Il denaro e noi: ora merce, ora mercanti.

” Da quando si è incominciato ad adorare il denaro, che incatena tanti magistrati e tanti giudici, le cose hanno perduto il loro vero valore, e noi, diventati ora mercanti e ora merce in vendita, non consideriamo più la qualità, ma il prezzo: tutto si fa per il vile interesse”. 

Seneca, filosofo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.