Gli rispose Simon Pietro: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna (Gv 6,68)

Viviamo in tempi complicati e la nostra esistenza diventa sempre più complessa e contorta. Siamo affascinati da molteplici possibilità, sedotti da promesse affascinati, traditi da venditori di sogni senza scrupoli, sottomessi a nuove schiavitù, omologati dalle tendenze e dalle mode del momento.

Dove andare, Gesù? Di chi fidarsi? A chi credere? Coloro che si offrono come guide sembrano condotti da secondi fini, da progetti a cui asservirci …

Solo tu, Gesù, puoi essere il nostro pastore: perché tu hai mostrato il tuo amore sacrificando tutto, anche te stesso, pur di aprirci un futuro di gioia, perché tu sai qual’ è la strada che porta verso la pienezza della vita e ci fai evitare sentieri senza via d’uscita che ci lasciano la fame di prima; perché tu conosci ognuno di noi nel profondo, in ogni piega segreta del suo cuore e della sua intelligenza.

Solo tu, Gesù, puoi essere il nostro pastore: con te accanto non ci lasceremo né ingannare, né spaventare, ed avremo forza per affrontare il percorso esigente che tracci davanti a noi, la lotta coraggiosa contro il male.

R. Laurita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.