I Maggio – Preghiera a S.Giuseppe

Preghiera per i disoccupati a San Giuseppe, uomo giusto!

Ave Giuseppe, uomo giusto,
Sposo verginale di Maria
e padre davidico del Messia.
Patrono della Chiesa universale,
custodisci le nostre famiglie
nella pace e nella grazia divina,
e soccorrici nell’ora della nostra morte.

San Giuseppe, ti preghiamo per i disoccupati, per coloro che vorrebbero guadagnarsi la vita, o la vita della loro famiglia. Continue reading

Sulla strada di Emmaus – III Domenica di pasqua A -preghiera nel difficile momento del coronavirus

Viandanti solitari e sperduti
su strade sconosciute,
ci ritroviamo, o Gesù,
davanti a te tristi e stanchi.

La speranza è come morta
la carità è affievolita.
La fede è spenta.
L’onestà è smarrita.

L’ amicizia è interessata.
La fraternità è spezzata.(…)
Solo la tua presenza, Signore,
ci dà la forza nel camminare,
nel camminare,
solo con la tua presenza,
il cuore danza di gioia
che acquieta ogni dubbio,
ogni più luminoso desiderio.

Signore non te ne andare,
in questo giorno resta con noi.
Resta seduto alla nostra tavola
e benedici la gioia dell’ incontro,
Nel pane spezzato e donato
[che ora ci manca] …

Risorto saremo tuoi testimoni.

Adattato dal messale delle Domeniche e delle feste LDC 2011

Resta con noi Signore perché si fa sera - Annalisa Colzi

Preghiera per la Settimana Santa

Un ramo d’olivo nelle mie mani.
Gesù, è la Pasqua di passione
in cui ti consegni per amore
e sei consegnato dal Padre
e dell’amico e discepolo,
dal Giuda di turno, da me …
sei alla porta del mio cuore,
apro e ti accolgo con gioia.

Benedetto si tu, Figlio di Dio.
Benedetto sei tu, salvezza
e nostra pasqua di speranza.

Questo ramo d’olivo è per noi
sacramento del tuo amore,
per farci diventare un uliveto
ove gocciola, come nel frantoio,
l’olio della pace e la fragranza
vergine segno dell’amore.

Da messale domeniche e feste LDC 2011

La Settimana Santa

Sussidio per la V Domenica di Quaresima nel periodo del corona virus in cui non si celebra l’ Eucaristia con i fedeli.

Preghiera
Vieni in nostro aiuto, Padre misericordioso,
perché possiamo vivere e agire sempre in quella carità,
che spinse il tuo Figlio a dare la vita per noi.
Egli è Dio e vive e regna con te.

Liturgia della Parola

Dal libro del profeta Ezechièle

Così dice il Signore Dio: «Ecco, io apro i vostri sepolcri, vi faccio uscire dalle vostre tombe, o popolo mio, e vi riconduco nella terra d’Israele.
Riconoscerete che io sono il Signore, quando aprirò le vostre tombe e vi farò uscire dai vostri sepolcri, o popolo mio.
Farò entrare in voi il mio spirito e rivivrete; vi farò riposare nella vostra terra. Saprete che io sono il Signore. L’ho detto e lo farò». Oracolo del Signore Dio.

Parola di Dio

Sal 129
Il Signore è bontà e misericordia.

Dal profondo a te grido, o Signore;
Signore, ascolta la mia voce.
Siano i tuoi orecchi attenti
alla voce della mia supplica.

Se consideri le colpe, Signore,
Signore, chi ti può resistere?
Ma con te è il perdono:
così avremo il tuo timore.

Io spero, Signore.
Spera l’anima mia,
attendo la sua parola.
L’anima mia è rivolta al Signore
più che le sentinelle all’aurora.

Più che le sentinelle l’aurora,
Israele attenda il Signore,
perché con il Signore è la misericordia
e grande è con lui la redenzione.
Egli redimerà Israele
da tutte le sue colpe.

Rm 8,8-11
Lo Spirito di Dio, che ha risuscitato Gesù dai morti, abita in voi.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani

Fratelli, quelli che si lasciano dominare dalla carne non possono piacere a Dio.
Voi però non siete sotto il dominio della carne, ma dello Spirito, dal momento che lo Spirito di Dio abita in voi. Se qualcuno non ha lo Spirito di Cristo, non gli appartiene.
Ora, se Cristo è in voi, il vostro corpo è morto per il peccato, ma lo Spirito è vita per la giustizia. E se lo Spirito di Dio, che ha risuscitato Gesù dai morti, abita in voi, colui che ha risuscitato Cristo dai morti darà la vita anche ai vostri corpi mortali per mezzo del suo Spirito che abita in voi.

Parola di Dio

Gv 11,1-45
Io sono la risurrezione e la vita

+ Dal Vangelo secondo Giovanni Continue reading