Paolo VI sui compromessi dei cattolici …

 

Dopo l’ approvazione della Legge Cirinnà, rimangono sempre attuali le parole di Paolo VI, rivolte ai cattolici che appoggiarono l’ approvazione della legge sull’ aborto. Quanti di quelli che si dichiarano cattolici, e non solo i politici, anche oggi non tengono conto della Legge di Dio, dell’ insegnamento del Magistero, della Dottrina cattolica, giustificando inaccettabili compromessi!

Noi non possiamo esimerci dal dovere di ricordare la riserva negativa a questa legge in favore dell’aborto, la quale è da ieri, come dicevamo, diventata operante anche in Italia, con grave offesa alla legge di Dio su tale tema estremamente importante della difesa dovuta alla vita innocente del bambino fino dal seno materno.
E’ per noi motivo di stupore e di dolore, anche perché a sostegno della tesi, giusta e buona, dell’indissolubilità del matrimonio è mancata la doverosa solidarietà di non pochi membri della comunità ecclesiale. Vogliamo supporre che essi abbiano agito senza rendersi pienamente conto delle gravi incidenze del loro comportamento, anche se l’autorevole e pubblico richiamo fatto alle esigenze della legge di Dio e della Chiesa non avrebbe dovuto lasciare alcun dubbio” ( Beato Paolo VI)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.