Ecco le conseguenze della Riforma di cui si celebrano i 500 anni!

– La cristianità è spaccata contro l’ esplicito comando di Gesù che ordina l’ unità.
– Viene a formarsi uno sconosciuto assolutismo sconosciuto nell’ Europa cattolica. La libertas ecclesia è annullata per decreto di un autorità spirituale.
– Inizia una campagna furibonda d’ odio contro Roma e la sua civiltà.
– La guerra contro Roma è portata avanti con tutti i mezzi non solo con le armi, anche con una propaganda menzognera che riscrive la storia dell’ Occidente e della Chiesa a partire dalla volontà di potere del mondo protestante.
– La Germania è privata delle sue radici culturali e religiose (col tempo sprofonderà nella mitologia pagana nordica).
– In opposizione alla Chiesa cattolica, cioè universale, come universale è il messaggio di Gesù, si formano chiese nazionali.
– Nasce la prima internazionale quella protestante anticattolica.
– La possibilità dei principi di appropriarsi “ legalmente” dei beni della Chiesa scatena la guerra civile in Germania dove la popolazione non accetta che ad arricchirsi siano solo i principi e, a seguire, la guerra nella maggior parte dell’ Europa centro settentrionale dove, con la scusa della conversione al credo protestante sono molti ad avanzare pretese sui beni cattolici.
– Nel 1525 nasce la Prussia frutto della privatizzazione dei territori appartenenti all’ordine teutonico e al loro maestro Alberto di Hohenzollern.
– La gestione privatistica dei beni della Chiesa porta ad un impoverimento della popolazione: con la riforma protestante arriva il pauperismo.

A.P. ne: Il Timone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.